Blitz antiterrorismo, cellula neonazista in Campania: quattro arresti

1' di lettura 15/11/2022 - Perquisizioni in tutta Italia, arresti nelle province di Napoli, Caserta e Avellino

Operazione antiterrorismo della polizia di Napoli, arrestate quattro persone indiziate di appartenere a un'associazione con finalità di terrorismo di matrice neonazista, suprematista e negazionista. L'operazione è stata condotta dalla Digos, dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione e dal Servizio Polizia Postale e Comunicazioni nelle province di Napoli, Caserta e Avellino. Ad una quinta persona a Roma è stato notificato l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria: è indagata per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa. Eseguite anche numerose perquisizioni personali domiciliari ed informatiche in tutta Italia.

I quattro arrestati erano già stati oggetto di perquisizione nel 2021 nell'ambito delle indagini sull'Ordine di Hagal, un’associazione sovversiva di estrema destra ritenuta dedita all’indottrinamento e all’addestramento dei propri adepti, anche all’estero. Allora erano state trovate uniformi, bandiere e numerose armi da soft air, perfette imitazioni di quelle autentiche e facilmente modificabili per sparare veri proiettili.

Dalle indagini è emerso che il gruppo aveva contatti con formazioni ultranazionaliste ucraine come l'ormai famigerato Battaglione Azov. Altre persone risultano indagate nell'inchiesta: tra questi uno dei componenti della cellula neonazista che risulta irreperibile: è a combattere in Ucraina. Dalle intercettazioni è emerso tra l’altro che uno degli arrestati stava progettando un attentato contro una caserma dei carabinieri.






Questo è un articolo pubblicato il 15-11-2022 alle 12:48 sul giornale del 16 novembre 2022 - 14 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dCMO





logoEV