Camorra, riorganizzazione del clan dei Casalesi: 37 arresti, anche i figli del boss

1' di lettura 22/11/2022 - Operazione anti-camorra dei carabinieri

Le famiglie storiche del clan dei Casalesi, gli Schiavone e i Bidognetti di Casal di Principe, erano ancora operative e gestite da uno dei figli dei capi dell'organizzazione camorristica. È quanto emerge dalle indagini dei carabinieri del Comando provinciale di Caserta, che hanno eseguito 37 ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Tra gli arrestati ci sono Gianluca Bidognetti e le sorelle Katia e Teresa, tutti figli dello storico boss Francesco Bidognetti, alias “Cicciotto ‘e Mezzanotte”.

Le indagini hanno consentito di appurare lo svolgimento di incontri tra esponenti di vertice delle due fazioni criminali finalizzati a concordare il ripristino di una “cassa comune”, pur mantenendo la loro sostanziale autonomia nei termini operativi, economici e territoriali storicamente a loro appartenuti. Per quanto riguarda i Bidognetti, le indagini hanno accertato che il clan sarebbe stato gestito da Gianluca Bidognetti, che sebbene detenuto, avrebbe utilizzato telefoni cellulari illegalmente introdotti nella struttura carceraria per impartire ordini e direttive ai sodali all'esterno.






Questo è un articolo pubblicato il 22-11-2022 alle 17:53 sul giornale del 23 novembre 2022 - 14 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, camorra, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dEkD





logoEV